Un figlio per posta. A casa, in Italia

Chiara, impiegata statale 42enne single di Genova, ha ordinato la fialetta con il seme di un donatore sul sito della Cryos International, una delle più grandi banche del seme al mondo, la prima a fornire il servizio senza assistenza medica. Il tempo della spedizione e massimo in tre giorni Chiara riceverà il pacco direttamente a casa provvisto di fiala, contenitore di polistirolo pieno di ghiaccio secco, siringa e libretto con le istruzioni per l’inseminazione fai da te. In Italia la spedizione di sperma a domicilio è tollerata. Per la libera circolazione dei beni e delle merci vigente in Europa, infatti, si può richiedere sul sito la consegna a domicilio, anche se si è una donna single o lesbica (categorie invece escluse per legge in Italia dalla fecondazione eterologa). «Oltre alle caratteristiche psicofisiche, – racconta Chiara – ho scelto Dandy il mio donatore anche dalla voce, registrata in un file mp3. Mi ha anche tranquillizzato che fosse sposato con tre figli piccoli». Nella scheda dei donatori in aggiunta a tipo d’istruzione e occupazione, ci sono anche (a pagamento) le foto dei candidati padri da bambini e biglietti scritti a mano per un’eventuale perizia calligrafica.

Alla California Cryobank si può fare anche il photomatch per vedere come saranno i vostri figli crescendo

I donatori(rimborsati con 33 euro a seduta) attualmente nel catalogo sono 779. Per la maggior parte di razza caucasica a conferma  che chi compra è per lo più europeo. Se vuoi l’esclusività del donatore (in Danimarca si consiglia al donatore di non superare i 25 figli ma ogni paese prevede una quota soglia) un’opzione è acquistare tutte le fialette del prescelto. Il prezzo della singola fiala dipende da una serie di fattori. Tra cui il tipo di esami cui si vuole venga sottoposto lui e il suo sperma, la modalità di spedizione (174 euro per far viaggiare il pacchetto con il ghiaccio secco, e 219 euro con l’azoto liquido), la motilità del seme e la questione dell’anonimato “paterno”. Il mio donatore è classificato come Mot20  (venti milioni di spermatozoi per millilitro) a metà tra i Mot5 e i Mot50+ (con le maggiori probabilità di successo). È più costoso di altri perché non ha richiesto l’anonimato, così compiuti i 18 anni il bambino potrà mettersi in contatto con lui». Ma è davvero così semplice rimanere incinta? «Tutt’altro, perché a fronte di una fialetta che può costare circa 800-1000 euro si rischia spesso un nulla di fatto. Devi provare e riprovare. Il libretto delle istruzioni (anche in italiano!) dice che basta inserire la siringa senza ago in profondità dentro la vagina, il più possibile vicino all’ingresso della cervice, iniettare il seme  lentamente e rimanere immobili per i successivi 30 minuti. Ma il quantitativo di seme (alla Cryos consigliano almeno 1 ml di seme) è talmente poco che facilmente va perduto nell’operazione casalinga di inserimento. Le banche del seme infatti consigliano di portare la provetta in una clinica specializzata ricorrendo per esempio all’inseminazione intrauterina (Iui). Peccato che in Italia per una single come me è anche illegale», continua Chiara. «Alla mia età è stato necessario acquistare otto fialette prima di rimanere incinta. E meno male che ho avuto l’assistenza di un’amica americana che aveva già fatto quest’esperienza!».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *